Come sarà la pesca dopo la quarantena?

Il settore della pesca sportiva in Italia sta affrontando un periodo di stop forzato per l’emergenza sanitaria.

Tutti gli appassionati si stanno rivolgendo ai social network per sfogare la loro passione seguendo dirette Facebook ed Instagram, condividendo foto, video e racconti con gli altri pescatori.

Come sarà la pesca “dopo” l’emergenza?

Sicuramente i nostri fiumi, laghi, torrenti stanno vivendo una situazione di “riposo biologico” essendo impossibile l’accesso dei pescatori a tutte le zone di pesca.

Ma non é difficile immaginare che la riapertura alla pratica della nostra attività preferita sarà graduale, dando precedenza alle attività sportive svolte in modo individuale e dettata dalle prescrizioni di sicurezza, in primis il distanziamento sociale.

Se prima dell’emergenza l’utilizzo dei permessi e segnacatture digitali su App come Hooking era una semplice opportunità per rendere più efficiente la gestione dei permessi di pesca, ora questa tecnologia rappresenta uno dei mezzi necessari per garantire l’accesso ai permessi di pesca in modo veloce, smart e soprattutto sicuro.

La distribuzione dei permessi di pesca cartacei presso bar o esercizi commerciali almeno per i primi tempi purtroppo non sarà probabilmente garantita nè consigliata.

Il pescatore, quando la pesca riaprirà, per ottenere il permesso di pesca potrà scaricare Hooking App sul proprio smartphone, selezionare la zona dove intende pescare e procedere al pagamento dell’importo dovuto.

L’attivazione del permesso sarà immediata e la compilazione del tesserino totalmente digitale direttamente sullo smartphone del pescatore.

Per consentire alle Associazioni di ripartire con la stagione di pesca riportando i pescatori lungo le rive dei fiumi, Hooking App mette a disposizione la piattaforma per tutti i gestori interessati alla digitalizzazione dei permessi di pesca.

La pesca oltre che una passione sana che si pratica all’aria aperta e si fonda sul rispetto per l’ambiente, rappresenta anche una importante risorsa economica e turistica per tantissime realtà locali italiane.

La digitalizzazione dei permessi di pesca agevola la mobilità dei pescatori semplificando l’accesso ai permessi con il risultato di incentivare gli utenti a frequentare zone anche distanti che spesso non venivano prese in considerazione per la difficoltà di reperire i tesserini per la pesca.

Hooking App è un progetto di livello nazionale, attivo dal 2017 in tutta Italia, per la digitalizzazione dei permessi di pesca aperto a tutte le Associazioni ed Enti.

Ad oggi partecipano alla piattaforma alcune delle principali Associazioni di Pesca italiane presenti in ben 6 Regioni , dall’Alto Adige al Veneto, dalla Liguria alle Marche, dal Lazio al Piemonte.

Per informazioni e adesioni consultare il sito www.hooking.eu e le pagine social di Facebook ed Instagram